Banana PI server – Samba, Cups, Sane

Samba, Cups e Sane su Banana PI PRO server

Configura il Banana PI (referral link) perché diventi un server di condivisione delle risorse.

Premessa

Questo articolo è rivolto a chi ha installato una distro Debian o una sua derivata, come Ubuntu o Mint, sul Banana PI e intende collegare una stampante multifunzione via USB e un hard disk USB per condividere le risorse nella rete.

Banana PI

Specifiche tecniche del Banana PI

Requisiti

  • Banana PI =)
  • Scheda SD con installato una Debian
  • Connessione a una rete e a internet

Cominciamo!

Tutte le operazioni elencate di seguito vanno eseguite come utente root.

SAMBA

Prima di tutto aggiorniamo i repository del sistema:
apt-get update
Per installare samba basta un semplice comando:
apt-get install samba
Così installeremo direttamente samba e tutte le dipendenze necessarie.

Configurazione di samba

La configurazione di samba avviene da un unico file il file smb.conf. Andiamolo a modificare:
nano /etc/samba/smb.conf
In fondo al file bisogna aggiungere una cartella da condividere, come nel seguente esempio:
[condivisa]
path = /path/della/cartella/condivisa/
public = yes
writable = yes

Salvare e uscire (ctrl+x e y). Con questa configurazione si creerà una cartella condivisa in una rete e accessibile dagli altri PC, compresi Windows e Mac. Per configurazioni avanzate (e per completezza di informazioni) vi invito a leggere il manuale (man samba) o il wiki.

CUPS

Cups è un print server compatibile con tutti i sistemi (da linux a android, da mac osx a ios, windows), quindi un’ottima soluzione per creare un sistema di stampa condiviso, impostando come server il nostro Banana PI.

L’installazione e configurazione potrebbe sembrare un po’ macchinosa se non si ha dimestichezza con linux, inoltre bisognerà installare i driver della stampante connessa al nostro BPI, seguite la guida e tutto andrà bene.

Individuazione della stampante

Colleghiamo la stampante alla porta USB del Banana PI e accendiamola.
Controllare che il BPI rilevi correttamente la stampante digitando:
lsusb
l’output sarà simile al mio:

Bus 003 Device 003: ID 04e8:3434 Samsung Electronics Co., Ltd
Bus 001 Device 001: ID 1d6b:0002 Linux Foundation 2.0 root hub
Bus 002 Device 001: ID 1d6b:0001 Linux Foundation 1.1 root hub
Bus 003 Device 001: ID 1d6b:0002 Linux Foundation 2.0 root hub
Bus 004 Device 001: ID 1d6b:0001 Linux Foundation 1.1 root hub

Come vedete la mia stampante è stata correttamente rilevata: Samsung.

Installazione dei driver

A seconda della propria stampante, bisogna installare i driver dalla lista che segue:

apt-get install printer-driver-c2050
#printer driver for Lexmark 2050 Color Jetprinter


apt-get install printer-driver-c2esp
#printer driver for Kodak ESP AiO color inkjet Series


apt-get install printer-driver-cjet
#printer driver for Canon LBP laser printers


apt-get install printer-driver-escpr
#printer driver for Epson Inkjet that use ESC P-R


apt-get install printer-driver-foo2zjs
#printer driver for ZjStream-based printers


apt-get install printer-driver-gutenprint
#printer drivers for CUPS


apt-get install printer-driver-hpcups
#HP Linux Printing and Imaging - CUPS Raster driver (hpcups)


apt-get install printer-driver-hpijs
#HP Linux Printing and Imaging - gs IJS driver (hpijs)


apt-get install printer-driver-m2300w
#printer driver for Minolta magicolor 2300W 2400W color laser printers


apt-get install printer-driver-min12xxw
#printer driver for KonicaMinolta PagePro 1[234]xxW


apt-get install printer-driver-pnm2ppa
#printer driver for HP-GDI printers


apt-get install printer-driver-postscript-hp
#HP Printers PostScript Descriptions


apt-get install printer-driver-ptouch
#printer driver Brother P-touch label printers


apt-get install printer-driver-pxljr
#printer driver for HP Color LaserJet 35xx 36xx


apt-get install printer-driver-sag-gdi
#printer driver for Ricoh Aficio SP 1000s SP 1100s


apt-get install printer-driver-splix
#Driver for Samsung and Xerox SPL2 and SPLc laser printers

 

Nel mio caso:
apt-get install printer-driver-splix

Installazione pacchetto CUPS

Per installare il programma vero e proprio digitare:
apt-get install cups
Installato il pacchetto, bisogna configurare il programma in modo da accettare l’amministrazione da pannello web. Digitare quindi:
cupsctl --share-printers --remote-any
e
cupsctl 'BrowseLocalProtocols="cups dnssd lpd smb"'
Per editare manualmente il file di configurazione di cups bisogna editare il seguente file:
nano /etc/cups/cupsd.conf
e, per esempio, aggiungere:
Listen *:631
per consentire le stampe sulla porta 631 in arrivo da qualsiasi indirizzo.
Per ulteriori informazioni vi esorto a leggere il manuale
(man cups) e a consultare il wiki.
Se fosse necessario aggiungere utenti per l’amministrazione della stampante, basta usare:
adduser NOMEUTENTE lpadmin
sostituendo “NOMEUTENTE” con l’user necessario.

Cups è integrato con il sistema samba che abbiamo installato precedentemente, perciò è necessario riavviare samba per attivare la condivisione di cups in rete. Per fare ciò digitare:
service samba restart

Pannello di amministrazione cups

Per configurare la stampante, bisogna accedere al pannello da un browser esterno, accedendo all’indirizzo ip del Bnana PI, sulla porta della stampante, ad esempio:
192.168.1.3:631
Da questa interfaccia web è possibile aggiungere la stampante cliccando su administration e poi su add printer. Ora ci basta mettere la password di root e selezionare la stampante desiderata nell’elenco delle Local Printers e cliccare su continua.

 

Sane

Tramite sane (Scanner Access Now Easy) è possibile condividere lo scanner collegato al BPI su tutta la rete.

Installazione delle dipendenze e del programma

installare con:
apt-get install sane sane-utils inetutils-inetd
Terminata l’installazione, bisogna configurare il demone saned per accettare le connessioni:
nano /etc/sane.d/saned.conf
e inserire la lista di indirizzi abilitati, ad esempio per abilitare tutta la rete di tipo 192.168.1.x, aggiungere:
192.168.137.0/24
e togliere il simbolo di commento (#) da
data_portrange = 10000 - 10100

Per terminare la configurazione bisogna modificare il file:
nano /etc/inetd.conf
e inserire la seguente riga:
sane stream tcp nowait saned.saned /usr/sbin/saned saned

Collegare un client Windows

Per windows è disponibile un programma per accedere al demone saned e scannerizzare su una macchina Microsoft: si chiama SaneTwain.

Collegare un client Linux

Sui client Linux bisogna modificare due file. Nel primo:
nano /etc/sane.d/dll.conf
Bisogna abilitare “net” togliendo il mark di commento (#).

Nel secondo:
nano /etc/sane.d/net.conf
Bisogna aggiungere l’indirizzo ip del server saned (ovvero l’indirizzo del nostro Banana Pi) e abilitare “localhost” (togliendo #).

FINE

Per una guida dettagliata su come avviare il Banana PI da usb, per evitare l’usura della schedina sd, vi esorto a guardare questa guida.

Alla prossima!
TECNODRITTE – Guida all’installazione di Samba, Cups e Sane su Banana PI – Banana Pro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*